Planet Inside SW controllo accessi integrato a SW rilevazione presenze Planet Time Enterprise (SQL)

 

Planet Inside

L’evoluzione del controllo accessi per uffici, centri sportivi e ricreativi, aziende e comunità.
Partendo dalle conoscenze acquisite in anni di esperienza nella progettazione ed installazione di sistemi controllo accessi, Planet Inside e la naturale evoluzione della proposta Proietti Planet per un sistema integrato di building automation.

Planet Inside è un sistema basato su una piattaforma software in grado di gestire le esigenze di un moderno sistema di building automation.

planet_inside1

Controllo accessi con il concetto di varchi, zone, aree e gestione di tutti i parametri indispensabili:

scadenza tessera, gestione calendario e fasce orarie, ingressi a scalare, ecc.

Gestione differenziata per dipendenti, visitatori, ditte esterne, interinali, ecc.
Monitoraggio accurato con disponibilità di informazioni in tempo reale, per una facile gestione degli aspetti relativi al controllo ed alla sicurezza.
Possibilità di eseguire controlli in ogni istante da qualunque computer connesso al sistema, con differenziazione delle funzionalità in base alle autorizzazioni concesse a ciascun operatore.

Sicurezza:

Possibilità di integrazione con qualsiasi sistema antintrusione
Monitoraggio in tempo reale
Gestione segnalazioni ed allarmi: segnalazione varco aperto, rilevazione presenze in ambienti controllati, gestione allarmi
Integrazione con impianti TVCC
Dati storici archiviati e disponibili per successive analisi e controlli

Risparmio energetico e comfort ambientale:planet_inside2

Controllo luci e clima (raffrescamento / riscaldamento) con gestione automatica in base alle persone presenti nei vari ambienti.
Regole di gestione configurabili.
Creazione profili per gestione personalizzata in base ai diversi utenti.
Sistema modulare e configurabile per grandi e piccoli impianti.
L’architettura del sistema è basata su una serie di dispositivi (concentratori, rilevatori, attuatori, lettori RFID e biometrici) che possono essere composti in modo flessibile per la realizzazione di qualsiasi tipologia di impianto.

Terminali controllo accessi:

memoria 512 Kbyte RAM tamponata con batteria al litio autonomia 10 anni.
comunicazione ethernet TCP-IP 10/100 Mbts integrata.
N. 1 relé 24 V 1 A max. per attuazione (varco, sirena, etc.).planet_inside3
Interfacce per gestione periferiche display e tastiera max. 2 Lettori Prossimità e/o Magnetico collegabili.
Orologio Real Time Clock precisione 10 ppm.
Alimentazione 9-12 Vcc +/- 10%. + Interfaccia per ricarica batteria 7,2V 1.500 mAh
Le apparecchiature pensate per risolvere i problemi del cliente ma anche quelli dell’installatore permettono un risparmio immediato, in particolare nei costi di installazione, ed un risparmio nel tempo, per l’affidabilità e la facilità di manutenzione.
Le caratteristiche tecniche non sono l’unico fattore determinante in un prodotto di questo genere. Sulle centraline periferiche viene installato un programma di macchina (firmware) che ne permette il funzionamento in locale anche in assenza di comunicazione con il PC (nel quale è presente il software di gestione). Le centraline Proietti Planet sono dei terminali completi sui quali è possibile configurare tutti i parametri di comunicazione, i tipi di lettori collegati, i varchi da controllare, i profili orari e di giornate degli utenti per effettuare il transito, gli allarmi da trasmettere al PC. Il Programma di macchina (firmware) viene costantemente potenziato e perfezionato e può essere aggiornato anche sulle centraline già installate senza necessità di intervenire fisicamente, ma operando dal PC al quale sono collegati (download del firmware).

Il concetto di degrado progressivo.
Nella progettazione dei componenti del sistema di building automation della Proietti Planet si è posta la massima attenzione sull’affidabilità di funzionamento in condizioni critiche. Non potendo comunque escludere la possibilità di malfunzionamento dei dispositivi, si è creato un network in grado di funzionare anche con alcune parti del sistema fuori servizio; ciò è reso possibile dalla distribuzione dell’intelligenza nei singoli componenti che pur essendo in collegamento in tempo reale con l’host, sono al contempo in grado di agire autonomamente anche in mancanza di informazioni da parte dell’host o degli altri apparati.